Quando una coppia funziona?

Cosa fa si che alcune coppie funzionino e altre no? Molte volte nella vita questa domanda sorge spontanea e altrettante volte la risposta sembra un mistero.

C’è stato però uno psicologo di fama mondiale che ha studiato per 16 anni le coppie, con lo scopo di rispondere a questa fatidica domanda. Stiamo parlando di Jonh Gottman, specializzato in consulenza matrimoniale e autore del libro Intelligenza Emotiva per la coppia[1].

Ciò che ha scoperto è che le coppie felici non hanno particolari caratteristiche ma sono in grado di far si che i pensieri positivi abbiano la meglio sui pensieri e sentimenti negativi. Sono quelle coppie “emotivamente intelligenti”.

Dopo aver studiato in modo approfondito le coppie felicemente sposate, Gottman ha compreso che per andare d’accordo non è essenziale il modo in cui si gestiscono i conflitti, ma il modo in cui ci si relaziona quando non si sta litigando.

I rapporti stabili e felici, infatti, si basano su una profonda amicizia e sono simili per sette aspetti.

Da essi, lo studioso ha tratto Sette Principi che aiutano le coppie ad essere emotivamente intelligenti e che possono essere seguite e condivise con il partner per averne un beneficio nella relazione.

  1. Ampliate la mappa dell’amore

È importante che ogni coppia ampli costantemente la conoscenza dell’altro; dei suoi desideri, di ciò che piace e ciò che non piace, delle paure, delle preoccupazioni, delle amicizie e così via.  Le persone emotivamente intelligenti sono a conoscenza del reciproco mondo e quella parte del cervello in cui è immagazzinata la conoscenza dell’altro è ricca di particolari.

  • Alimentate la tenerezza e l’ammirazione

La tenerezza e l’amore sono degli elementi essenziali per una coppia serena e stabile. Molte volte, infatti, le coppie sono influenzate dai difetti dei partner ma è importante non dimenticare mai il valore del rapporto, rispettandolo e proteggendolo. È quindi importante stimolare tenerezza ricordando, per esempio, il passato e di incentivare l’ammirazione gioendo per i successi e i punti di forza dell’altro.

  • Avvicinarsi, non allontanarsi

Il romanticismo più importante nella vita reale è quello di mantenersi in contatto. Ciò significa mantenere viva la relazione, comunicando e facendo sapere all’altra persona che lo apprezzate.

Questo comunicare da vita ad uno scambio emotivo che permette alla coppia di “mettere in banca” affetto e attenzioni, che saranno poi utili per mantenere una sensazione positiva reciproca anche durante i momenti difficili.

  • Lasciate che il vostro partner vi influenzi

Lasciare che il partner diventi un socio nelle decisioni è un elemento molto importante. Significa dividere il potere con l’altra persona, rispettarne il punto di vista ed imparare da essa.

  • Risolvete i problemi risolvibili

Le coppie emotivamente intelligenti risolvono i conflitti in un modo che prevede cinque fasi. Queste coppie, innanzitutto, effettuano un preambolo che sia calmo e rispettoso, imparano a fare tentativi di riparazione e ad accoglierli, calmano se stessi e l’altro, raggiungono un compromesso e sono tolleranti nei confronti dei reciproci difetti.

  • Superate il blocco

Un conflitto bloccato costituirà un argomento permanente nella relazione. Sbloccarlo significa passare dal blocco al dialogo e con il tempo si imparerà a convivere con il problema. Innanzitutto bisogna capirne la causa, accettando come la posizione di entrambi sia definita da un elemento per ciascuno importante e che necessita di essere compreso dall’altro. È compito di ogni persona nella coppia, inoltre, dare voce ai desideri alla base della propria posizione, affinché il dialogo diventi condivisione e opportunità di confronto.

  • Create significati condivisi

Le coppie con intelligenza emotiva hanno un profondo senso di significato condiviso. Questo non vuol dire pensare uguale, significa invece ricercare una vita interiore da condividere, scoprire scopi, valori e simboli condivisi. Inoltre, rientra in questo principio la condivisione del diverso, in un profondo senso del rispetto e dell’accettazione reciproca.


[1] Gottman J., Silver N., Intelligenza emotiva per la coppia, Milano, BUR psicologia, 2013.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER